Abitudine al profumo

Abitudine al profumo

Abitudine al profumo, molto spesso le persone si legano in modo ossessivo ad un unica fragranza rifiutando di scoprire,come faceva mia nonna con il telecomando della TV,quanti vantaggi può portare imparare a premere quel bottone.

Un gesto semplice per molti come aprire il rubinetto e riempire il bicchiere d’acqua.

Eppure, a volte,sento ancora la voce di mia nonna riecheggiare nelle mie orecchie “Gigi mi cambi canale per favore?”

Ma non lo faceva per cattiveria.Lo faceva semplicemente perché aveva un rifiuto verso quello strumento che in un certo senso rappresentava il progresso e non apparteneva alla sua epoca.

Era un pò come se qualcuno da lassu potesse giudicarla solo per il semplice fatto che avesse imparato a cambiare canale contravvenendo ad una regola non scritta ma comunque presente come codice etico e di condotta.Ovviamente tutti questi ragionamenti lei non li faceva.

Ma è lunica spiegazione che posso darmi al fatto che una donna in grado di crescere 12 figli durante il secondo conflitto mondiale con una conoscenza del 90% dei piatti tipici della cucina italiana nonchè sarta eccellente non sia mai stata in grado di imparare a premere un bottone.  Lei si rifiutava.

E allo stesso modo le persone rifiutano di cambiare profumo.

Usare troppo spesso lo stesso profumo non è affatto cosa buona.Ciò comporta,inevitabilmente, che l’olfatto ci si abitui a quell’odore e smetta di percepirlo.

In pratica,quello che avviene, è che i recettori dell’olfatto che inviano impulsi al cervello smettono di farlo poiché non ne hanno più l’esigenza dato che il segnale che stanno captando è “contrassegnato”come sicuro.

E’ capitato sicuramente,scorrendo tra le recensioni e i commenti sparsi quà e là sul web,di imbatterci nella frustrazione delle persone che accusano i produttori o i venditori di aver sostituito il contenuto dei flaconi precedentemente acquistati con miscele più blande o di bassa qualità.

Il problema è che questi poveri ignari non considerano neppure,forse perchè non ne sono a conoscenza,l’ipotesi che siano stati soggiogati dall’abitudine al profumo da loro largamente usato.

Un esempio più semplice e lampante che riporta un esperienza di vita sicuramente vissuta da tutti è l’ingresso in una casa dove non siamo mai stati prima.

Quante volte è capitato che dopo aver salutato ed aver lasciato l’appartamento,soli con i nostri dilemmi e in gran segreto,abbiamo pensato : “Mamma mia ma come fa a stare in quella casa con quell’odore?”

La risposta è più semplice che mai.

Ci riesce! Perchè ci ha fatto l’abitudine.

Ma l’abitudine al profumo è solo l’inizio di una via crucis che può durare addirittura anni.Abbiamo raccolto in merito testimonianze di persone che hanno impiegato fino a 10 anni per recuperare la normale percezione di alcune molecole.

E questo è stato possibile solo attraverso rigidi periodi di astinenza ad una o più molecole.Il problema maggiore non consiste nell’abitudine alla fragranza intesa come prodotto di una formulazione ma bensì l’abitudine alle molecole odorose in essa contenute.

Insomma quello che potrebbe capitare è davvero triste. Potrebbe capitare di smettere di percepire il Neroli ad esempio oppure il Gelsomino o la Rosa.

L’unica difesa efficace per evitare che tutto ciò succeda è la prevenzione e la prevenzione consiste nel cambiare.Spesso.

Quindi imparate ad usare il telecomando…

2 pensieri su “Abitudine al profumo

  1. Dario dice:

    Salve! Non posso fare altro che farvi i complimenti e spero che possiate aggiornare sempre più la lista dei profumi equivalenti. Perché sinceramente non posso fare a meno che notare che i profumi di nicchia commerciali da voi riprodotti sono di qualità eccelsa. Siete un’azienda valida per quanto riguarda questo settore e spero che il vostro business possa migliorare sempre più nel tempo. Fragranze persistenti, mi sa proprio che ricomprerò qui da voi evitando di acquistare gli originali in giro. Grazie!

    • Luigi dice:

      Grazie Dario
      Siamo davvero lusingati di ricevere i tuoi complimenti.
      Ovviamente amplieremo il nostro catalogo sia per quanto riguarda i profumi simili che per la linea privata come Zero e Wood.
      Grazie ancora per averci dedicato un attimo del tuo tempo.
      A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *